Viaggio India Red Fort Delhi Viaggio India

Il Forte Rosso, che è anche conosciuto come il Lal Qila, fu costruito da uno dei più famosi imperatori Mughal, Shah Jahan. Costruito sulle rive del fiume Yamuna, il palazzo-fortezza fu progettato dall'architetto Ustad Ahmad Lahauri. Ci sono voluti 8 anni e 10 mesi per costruire il magnifico forte. Il forte fungeva da residenza reale degli imperatori Mughal dal 1648 al 1857. Assunse l'onore di residenza reale dal famoso Forte di Agra quando Shah Jahan decise di trasferire la sua capitale da Agra a Delhi. Il Forte Rosso deriva il suo nome dalle mura di arenaria rossa, che rendono il forte quasi inespugnabile. Il forte, che si trova a Old Delhi, è una delle strutture massicce e prominenti dell'India ed è un bell'esempio di architettura Mughal. È spesso considerato l'apice della creatività di Mughal. Nei tempi moderni, il forte è di grande importanza per il popolo indiano, in quanto il primo ministro indiano consegna il suo discorso dell'Indipendenza dal forte, ogni anno il 15 agosto. Nel 2007 è stato dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.

Storia del Forte Rosso a Delhi
La storia del Forte Rosso inizia con la prima domanda su chi ha costruito il Forte Rosso. Red Fort è stato costruito da Shah Jahan. Nell'anno 1639, Shah Jahan, decise di trasferire la capitale dell'Impero Mughal Agra a Delhi, vicino al fiume Yamuna. All'architetto Ustad Ahmad Lahauri è stato quindi assegnato il compito di costruire il Forte Rosso.
La costruzione del Forte Rosso, Delhi fu completata nell'anno 1648. La costruzione del forte richiese quasi un decennio per il completamento. Il Forte Rosso è adiacente a un'altra fortezza chiamata Salimgarh, costruita nel 1546 dall'Islam Shah Suri, il secondo imperatore della Dinastia Sur.

La storia del forte rosso non è solo associata a Mughal ma è anche simbolica di una parte importante del passato dell'India, che denota una linea temporale degli anni che ha attraversato. L'eccellenza architettonica del Forte Rosso in seguito influenzò molti altri monumenti del paese.
Red Fort a Delhi, in India, non è una struttura di spicco del passato, ma occupa un posto altrettanto importante anche nel presente. È il luogo da cui il Primo Ministro dell'India issa la bandiera nazionale ogni anno alla vigilia del Giorno dell'Indipendenza, il 15 agosto. Questa è stata la tradizione dall'anno dell'indipendenza nel 1947.

Architettura del Forte Rosso
Red Fort Delhi è la creazione degli architetti Ustad Ahmad e Ustad Hamid. Architettonicamente, il Forte Rosso o il Lal Quila superano molti monumenti del mondo con il suo layout attentamente pianificato e la sua imponente struttura. Ad esempio, se il layout deve essere confrontato, Delhi Red Fort è pianificato in modo migliore rispetto al Red Fort di Agra.
La prima cosa che noterai del Forte Rosso è la sua struttura massiccia e il suo colore rosso. La pietra utilizzata nella forte rossa è l'arenaria rossa, che ha provocato il colore rosso mattone del forte. Il forte è stato utilizzato per una vasta gamma di scopi, tenendo a mente che è stato costruito.

La struttura più alta del forte è alta circa 33 metri. Il Forte Rosso di Delhi ha la forma di un ottagono irregolare, costituito da lunghi lati est e ovest e da due porte principali sul lato occidentale e sul lato sud. Le pareti del forte insieme ad alcune parti sono state costruite con l'arenaria rossa mentre il resto della parte è stato costruito usando il marmo.
Alcune delle sezioni principali del forte che sicuramente ti lasceranno incantare sono Diwan-i-'Aam, Diwan-i-Khass, Tasbih-Khana, Nahr-i-Bihisht, Delhi Fort Museum- Mumtaz-Mahal, Hammam, Moti -Masjid, Hayat-Bakhsh-Bagh, Chhatta-Chowk, Zafar-Mahal, Rang-Mahal, ecc.
Successivamente con l'avvento degli inglesi, anche Lal Qila passò sotto il loro dominio. Il Forte Rosso sotto il dominio britannico subì molti cambiamenti, nonostante ciò non perse il fascino ipnotico della sua architettura seducente.

Cosa da Vedere Delhi

Delhi è la più grande metropoli dell'India e l'ottava più grande del mondo. È iniziato come Indrapatta (aka Indraprastha), un piccolo insediamento di Pandavas nella foresta di Khandva vicino al fiume Yamuna intorno all'800 aC. Più tardi, nel 736, i re Tomar fondarono una nuova città chiamata Lal Kot non lontano da questa terra storica. Da allora, oltre 100 sovrani di 15 dinastie hanno cercato di cambiare il volto e il destino di Delhi e hanno fondato 9 città adiacenti l'una all'altra. Questo sito parla di oltre 1300 monumenti, che esistono ancora entro i confini di queste città storiche come Indraprastha, Lal Kot e Qila Rai Pithora, Dar-Ul-khilafat (aka Siri), Tughlaqabad, Jahanpanah, Ferozabad, Deenpanah e Shergarh , Shahjahanabad e la Delhi di Lutyen.
Delhi comprende 3 siti del patrimonio mondiale, 174 monumenti protetti nazionali e oltre centinaia di monumenti protetti dallo stato e diversi monumenti non protetti e meno noti. Mentre le agenzie governative e diverse ONG fanno la loro parte nel ripristinare questi capolavori dimenticati dell'architettura alla loro gloria originale, ci siamo assunti la responsabilità di introdurli nel mondo, così da non essere più ignorati e persi nel tempo. Monuments-Of-Delhi non è solo una dozzina di vecchi edifici, si tratta di diverse antiche moschee, baoli, havelis, mura, porte, fortezze, giardini e strade, che decorano Delhi, la capitale dell'India.