Viaggio India Lodhi Tomb Delhi Viaggio India

Il giardino di Lodhi si trova accanto al Centro Internazionale dell'India, a soli 3 km dalla Tomba di Humayun. È uno dei giardini storici di Delhi. Il giardino di Lodhi ospita le tombe dei sovrani Sayyid e Lodhi.
Il giardino di Lodhi fu fondato tra il XV e il XVI secolo dai sovrani Sayyid e Lodhi. Il giardino è molto ben tenuto e conserva ancora alcuni monumenti storici che sono un'attrazione aggiuntiva per i turisti.

Il giardino di Lodhi a Delhi è stato rielegato da JA Stein e Garrett Eckbo nel 1968 ed è così che ha assunto la forma attuale. Nel giardino di Lodhi dovete visitare le tombe di Muhammad Shah, il terzo leader della dinastia Sayyid e Sikandar Lodhi. C'è un Bara Gumbad e Sheesh Gumbad nel centro del giardino di Lodhi a Delhi che parlano della gloria architettonica di quell'epoca. Il primo comprende una grande cupola di costruzione in gomma, una moschea a tre cupole e una residenza che circonda un cortile centrale che contiene i resti di un serbatoio di acqua e di fronte a questo Bara Gumbad si trova lo Sheesh Gumbad che consiste dei resti di una famiglia sconosciuta.

Tomba di Sikandar Lodi
La tomba di Sikandar Lodi si trova all'interno del verde lussureggiante del giardino di Lodi. Anche se manca l'esteso Chattris come visto in molte tombe, la struttura a forma rettangolare, che indica che appartiene ad una persona di alto rango durante quell'epoca, siede su una piattaforma rialzata e raffigura un tipico stile architettonico di Lodi con un'enorme cupola centrale. È fiancheggiato da un'apertura ad arco su ciascun lato che ti conduce nella tomba del Sikander Lodi. La tomba fu costruita da Ibrahim Lodi (suo figlio e l'ultimo sultano della dinastia dei Lodi) nell'anno 1517 d.C. Durante la dominazione britannica, la tomba fu rinnovata e la sconfitta di Ibrahim Lodi dopo la guerra contro l'imperatore Babar fece menzione in un'iscrizione aggiunta dagli inglesi nel 1866.

Gli inglesi hanno lasciato i villaggi che circondavano la Tomba di Sikander Lodi in un'altra zona nel 1936 e il bellissimo giardino ben curato che vediamo oggi ha preso forma. Il giardino e i suoi paesaggi sono stati progettati da Lady Willingdon e da qui il suo nome in suo onore. Fu aperto al pubblico il 9 aprile 1936 e fu ribattezzato "Lodi Gardens" come Indipendenza. Nel 1968, J. A. Stein e Garrett Eckbo ristrutturarono i giardini e costruirono una casa di vetro all'interno dei giardini. Ancora oggi questa vetreria viene utilizzata come porta d'ingresso nel giardino.

Tomba di Muhammad Shah Sayyid
La tomba di Muhammad Shah Sayyid è conosciuta come una delle più grandi Tombe antiche sopravvissute dall'era Sayyid fino ad oggi. Questo è dove il terzo Sovrano della dinastia Sayyid fu sepolto dopo la sua morte nel 1444 d.C. Situato all'interno dei Giardini Lodi, fu progettato dal Lodi e dalle Dinastie Sayyid tra il XV e il XVI secolo. La Tomba è progettata in una tipica struttura ottagonale che circonda l'esterno della Tomba.
La Tomba è coronata da una cupola centrale circondata da otto Chattris che tipicamente influenzano le influenze architettoniche indù. L'entrata nella tomba è dall'estremità meridionale, tuttavia ogni lato ottagonale della camera è sostenuto da un'entrata di Lentil Beam. Ogni colonnato delle facce ottagonali misura 10 metri e sono perforato con tre aperture ad arco sostenute da mensole in pietra e viste con gronde sporgenti che sono state rinforzate con baluardi inclinati.
La camera della tomba misura 8 metri di diametro anch'esso a forma di ottagono, mentre il soffitto è scolpito con raffinati stucchi che riproducono linee tortuose e motivi calligrafici e lineari. Ci sono un totale di otto tombe all'interno di questa tomba e una di esse appartiene a Muhammad Shah Sayyid. Questa Tomba è anche considerata una struttura più raffinata della Tomba di Mubarak Shah Sayyid che era il padre di Muhammad Shah poiché ha una cupola più alta e un design più raffinato che offre una vista migliore.

Cosa da Vedere Delhi

Delhi è la più grande metropoli dell'India e l'ottava più grande del mondo. È iniziato come Indrapatta (aka Indraprastha), un piccolo insediamento di Pandavas nella foresta di Khandva vicino al fiume Yamuna intorno all'800 aC. Più tardi, nel 736, i re Tomar fondarono una nuova città chiamata Lal Kot non lontano da questa terra storica. Da allora, oltre 100 sovrani di 15 dinastie hanno cercato di cambiare il volto e il destino di Delhi e hanno fondato 9 città adiacenti l'una all'altra. Questo sito parla di oltre 1300 monumenti, che esistono ancora entro i confini di queste città storiche come Indraprastha, Lal Kot e Qila Rai Pithora, Dar-Ul-khilafat (aka Siri), Tughlaqabad, Jahanpanah, Ferozabad, Deenpanah e Shergarh , Shahjahanabad e la Delhi di Lutyen.
Delhi comprende 3 siti del patrimonio mondiale, 174 monumenti protetti nazionali e oltre centinaia di monumenti protetti dallo stato e diversi monumenti non protetti e meno noti. Mentre le agenzie governative e diverse ONG fanno la loro parte nel ripristinare questi capolavori dimenticati dell'architettura alla loro gloria originale, ci siamo assunti la responsabilità di introdurli nel mondo, così da non essere più ignorati e persi nel tempo. Monuments-Of-Delhi non è solo una dozzina di vecchi edifici, si tratta di diverse antiche moschee, baoli, havelis, mura, porte, fortezze, giardini e strade, che decorano Delhi, la capitale dell'India.