Kerala il luogo della gioia

Munnar– Munnar è una città nella catena montuosa dei Ghats occidentali nello stato del Kerala in India. Una stazione di collina ed ex resort per l’élite britannica del Raj, è circondata da dolci colline punteggiate da piantagioni di tè. L’infinita distesa di piantagioni di tè su entrambi i lati delle strade che si allargano questa piccola stazione collinare di Munnar sembra una città da cartolina dove ci sono giardini ben curati e strade che si allargano. Munnar è una destinazione di vacanza ideale in Kerala amata da molti viaggiatori e le ragioni per visitare Munnar sono infinite. Puoi sentire la presenza di serenità in mezzo alla popolare attrazione turistica intorno a Munnar e sperimentare la destinazione da amare per tutta la vita. I visitatori possono vedere la genesi e la crescita del tè al Tea Museum. Il museo ospita fotografie, macchinari e varie altre cose che parlano della storia e dell’origine della piantagione di tè a Munnar. Inoltre, per i migliori posti da vedere a Munnar, uno dei modi migliori è prendendo il tour in bicicletta della regione.

THIRUVANANTHAPURAM – Chiamata la “città Evergreen dell’India”, Thiruvananthapuram è la capitale dello stato del Kerala. La città comprende bellissime spiagge, lunghe distese di coste con palme, retrostanti ventosi e strutture storiche. Insieme al suo significato naturale e storico, la città è anche famosa per i suoi antichi templi che sono rinomati per la loro architettura che rende Thiruvananthapuram uno dei centri pellegrini più visitati dell’India. La parola “Thiruvananthapuram” deriva dalla parola malayalam thiru-anantha-puram, che significa “Città del Signore Ananta”. Ananta è il serpente Shesha su cui si adagia Lord Padmanabha (un’altra forma di Sri Visnu). Durante l’era britannica, il nome della città fu anglicizzato a Trivandrum e fu il nome ufficiale della città, fino al 1991, quando il governo ribattezzò la città a Thiruvananthapuram.

 

Museo Napier – Il Museo nella sua forma attuale fu iniziato nell’anno 1857. Deve la sua origine agli sforzi congiunti di J.A. Brown, poi direttore dell’Osservatorio di Trivandrum e generale William Cullen, poi residente britannico. Il governo approvò l’idea di Brown di fondare un museo in una parte del suo bungalow.Per collocare il museo su basi più solide e soddisfacenti, nel 1855 fu organizzata una società con Sri Uthram Thirunal il Maharaja di Travancore come patrono, il generale residente britannico Cullen come presidente, Elaya Raja come vicepresidente e Mr. Brown come segretario della Società e direttore del museo. Il suo obiettivo era quello di offrire istruzione e incoraggiamento nelle arti e nei mestieri attraverso l’esposizione di esemplari di interesse per la storia naturale e prodotti d’arte e industria, indigeni e stranieri.

Tempio Padmanabhaswamy – L’origine del Tempio di Sree Padmanabhaswamy si perde nell’antichità. Non è possibile determinare con esattezza, da documenti storici attendibili o da altre fonti su quando e da chi è stato consacrato l’idolo originale di Sree Padmanabhaswamy. Il Tempio ha riferimenti in Epopea e Purana. Lo Srimad Bhagavatha dice che Balarama visitò questo Tempio, fece il bagno a Padmatheertham e fece molte offerte. Nammalwar, poeta del IX secolo e uno tra i 12 santi vaisnaviti della tradizione di Alvar, ha composto dieci inni in lode a Lord Padmanabha. Alcuni ben noti studiosi, scrittori e storici, come il defunto dott. L.A.Ravi Varma di Travancore, hanno espresso l’opinione che questo Tempio è stato istituito il primo giorno del Kali Yuga (che è più di 5000 anni fa). Le leggende del Tempio si tramandano attraverso i secoli. Una di queste leggende che trova spazio nei vecchi dischi di foglie di palma del Tempio, come anche nella famosa concessione “Ananthasayana Mahatmya”, menziona che fu consacrata da un eremita Brahmino di Tulu di nome Divakara Muni. Nel 950 ° anno di Kali Yuga è stata fatta una reinstallazione dell’idolo. Nel 960 ° anno Kali King Kotha Marthandan costruì l’Abhisravana Mandapam.

SANGHUMUKHAM BEACH – La meravigliosa spiaggia chiamata Sanghumukham Beach si trova vicino al villaggio turistico di Veli. Questa spiaggia è un luogo ideale per ammirare la bellezza del tramonto nel Mar Arabico. Il club indoor più antico si trova in questa spiaggia. La statua di Matsya Kanyaka (sirena) lunga 35 m è la principale attrazione di questa spiaggia. Il famoso scultore dello stato del Kerala, Kunjiraman ha scolpito questa statua. Inoltre in questa spiaggia c’è un “Traffic Park” che fa divertire i bambini con le regole del traffico. C’è anche un ristorante a forma di stella marina qui.

 

Il posto del dio Kerala

Kerala il luogo della spiritualità

Kerala il luogo degli amanti della natura

 

Please follow and like us: